I tre sfigati di via Ugo La Malfa

Lo Staff di Palermobugs lancia una campagna a sostegno dei tre sprovveduti automobilisti che, ignari della consuetudine carnascialesca di parcheggiare selvaggiamente sopra il marciapiede

Continua 2 commenti

Palermo contemporary street art – Parte II


L’ondata artistica che ha investito la città di Palermo non si arresta e fioriscono numerosi esempi di installazioni d’arte contemporanea per le strade della nostra città. Questa volta l’anonimo artista ha puntato sulla sensibilizzaione al ripetto del codice stradale e, decontestualizzando due cartelli di attraversamento pedonale, li ha posti come guardie, controllori del rispetto delle regole. L’opera è stata richiesta dai più importanti musei e gallerie del mondo, ma si sa che questo genere di artista preferisce da sempre Palermo.

Continua 0 commenti

Palermo contemporary street art.


Non ci sono dubbi, a Palermo è davvero ricominciata un’era. La tanto millantata “nuova primavera culturale” si manifesta in maniera più decisa di quella metereologica. L’arte contemporanea abbandona i luoghi canonici della cultura e  prende possesso degli spazi urbani, invade le strade e le consegna alla storia. E quindi possibile ammirare, estasiati e increduli, installazioni di grande spessore come “questo non è un cassonetto( è solo una lambretta)”, toccante riflessione sulla caducità della vita e attraverso la quale è facile comprendere quanto l’autore sia sensibile al rispetto dell’ambiente, alla raccolta differenziata e all’inquinamento atmosferico. COSA DIAVOLO CREDEVATE CHE FOSSE SOLO UN’ ACCOZZAGLIA DI RIFIUTI MESSI INSIEME IN MEZZO ALLA STRADA SENZA NESSUN SENSO? CHE SARESTE STATI IN GRADO DI FARLO ANCHE VOI???beh avevate ragione…-.-

Continua 3 commenti

Differenziata a tutti i costi

Ma come si fa a dire che i palermitani non sono sensibili alla raccolta differenziata e attenti all’ambiente? Guardate, invece, con quanta passione e verve, questo panormosauro ha sposato la causa! Voleva a tutti i costi riciclare quel vecchio “cato” blu con tutto il manico di ferro…non è mica colpa sua se i fori nei cassonetti non sono abbastanza larghi! E si, adesso basta, ci vuole davvero più elasticità!

Continua 0 commenti

Ti-vieto di sosta!


Sijori e Sijore, ecco uno dei migliori, ma non certo l’unico, esempio di intraprendenza palermitana! Non potete permettervi di pagare un regolare divieto di sosta per la vostra attività commerciale? Nessun problema, il palermitano vi propone il “ti-vieto di sosta”! Basta posizionare in strada, proprio davanti la vostra attività, qualsiasi oggetto che possa impedire il parcheggio: un vaso, delle cassette da frutta o, ancora meglio, creare una complessa struttura con bidoni e tavole di legno come ha fatto questo ingegnoso commerciante di via La Mantia. Il ” ti-vieto di sosta” viene utilizzato sopratutto nelle ore notturne; come essere in disaccordo, del resto devono lavorare tutti..no?

Continua 3 commenti

Miracolo a Palermo!

Nei pressi di via Aurispa si è compiuto una delle più incredibili manifestazioni della dea Inciviltà…un semplice e triste cartello stradale di STOP ha addirittura triplicato le sue funzioni…oltre alla funzione segnaletica originaria, è divenuto discarica abusiva e spazio per affissioni pubblicitarie! Uno e trino. Amen.

Continua 6 commenti

Vicolo dello Stronzo

E’ importante dare il giusto riconoscimento a chi  lo merita. E’ per questa ragione che propongo una petizione col fine di cambiare il nome a una piccola stradina del centro di Palermo,  nei pressi di via Re Federico, attualmente dedicata a Salvatore Spataro. La mia proposta è quella di omaggiare sia il tappeto di merda di cane che si staglia per tutto il marciapiede, ma soprattutto di rendere merito ai padroni, veri Stronzi, che permettono ai propri “fedeli” di puntellare la strada con maleodoranti e variopinte cacche che impediscono ai pedoni di camminare  spensieratamente per la strada. E’ dunque doveroso dedicare la suddetta strada allo Stronzo! Vicolo dello Stronzo si trova, oltre tutto, a pochissimi metri da Piazza Lolli, ricca di aiuole e spazi sicuramente più adatti a far defecare i nostri amici a quattro zampe (ricordando comunque che si deve raccogliere la cacca con una paletta e buttarla negli appositi cestini) e basterebbe, quindi, attraversare una strada ed evitare di creare una cacatoia abusiva… ma, daltronde, se non fosse così, che Stronzi sarebbero?

Continua 7 commenti

Autobus a Palermo: Nuovi tecnologici disservizi

Da qualche mese, per le strade di Palermo ci è possibile notare le nuove  fiammanti vetture dell’AMAT. Gli avanguardistici mezzi giallo-blu dal design accattivante  portano a Palermo rivoluzionarie tecnologie applicate come le segnalazioni sonore che informano i passeggeri riguardo le fermate e il tragitto che la linea segue, servizio tanto desiderato e invidiato alle altre città italiane ed europee  e che finalmente è giunto anche in terra di Sicilia. L’entusiasmo è alle stelle. Peccato che a Palermo ci sia sempre un piccolo, e in realtà spesso non tanto piccolo, subdolo particolare che riporta alla realtà! Questi nuovi autobus sono belli,nuovi e…le macchinette obliteratrici sono difettose! Proprio così: tutte le macchinette obliteratrici NUOVE, che sono state installate sulle NUOVE vetture, sono difettose e non obliterano i biglietti! IN SERVIZIO-INSERISCI BIGLIETTO-FUORI SERVIZIO-ESTRAI BIGLIETTO. riproviamo. IN SERVIZIO-INSERISCI BIGLIETTO-FUORI SERVIZIO-ESTRAI BIGLIETTO. IN SERVIZIO-INSERISCI BIGLIETTO-FUORI SERVIZIO. ESTRAI BIGLIETTO. FUORI SERVIZIO. FUORI SERVIZIO. FUORI SERVIZIO. Lo sconforto prima, e la rassegnazione subito dopo, sopraggiungono. Finché l’autista, distogliendo l’attenzione dalla guida, ti porge un tecnologicissimo cartoncino bianco, rigorosamente griffato AMAT che, posto sotto il biglietto, permette una corretta e civile obliterazione! Evvai! Inutile aggiungere quanto sia assurdo pagare per dei servizi non efficienti e che, al contrario, costituiscono un dis-servizio e un pericolo per gli utenti.

Continua 5 commenti