0

Grazie dei fiori bis

Dopo 5 giorni di martellamento su gli account Twitter e Facebook di Leoluca Orlando, del Comune di Palermo e della Polizia Municipale, sul caso “grazie dei fiori” è arrivata una clamorosa risposta proprio dal nostro amato sindaco:

ollando-fioraio

Visti i numerosi abusi del fioraio in questione ho inizialmente pensato che 5 giorni per intervenire fossero un po’ troppi, ma come si dice in questi casi “ogni ficateddu ri musca è sustanza”.
Dunque, prima di ringraziare Orlando per la “prontezza”  (in realtà il fioraio era lì da anni), ho deciso di andare a verificare di persona l’effetto dell’intervento del Comando di Polizia Municipale. Ecco che cosa ho riscontrato:

prima-dopo-scaffalature-1

  • Le scaffalature a ridosso delle strisce pedonali sono ancora lì! In realtà vi è un blocco in più con tanto di cartone pieno di rifiuti per dare quel “non so che”…

prima-dopo-scaffalature-2

  • Le scaffalature di Via degli Abruzzi sono ora disposte in maniera più simmetrica e sicuramente più gradevole allo sguardo. Il blocco metallico “di troppo” è stato spostato in viale Lazio  (vedi foto sopra).

prima-dopo-scaffalature-3

  • Anche su Viale Lazio c’è stato un cambio di posizione degli scaffali, ovviamente e rigorosamente sulla carreggiata.

prima-dopo-lapino

  • Ed ecco la prima vera nota positiva dopo l’intervento della Polizia Municipale: il lapino che sostava 24 ore su 24 davanti la fermata dell’autobus è stato spostato.

prima-dopo-gazebo

  • Altra nota positiva: i due gazebo giganti che erano fissati sul marciapiede sono stati sostituiti da un ombrellone veramente ma veramente tascio!

In sostanza, a parte il lapino che occupava 24 ore su 24 lo spazio riservato alla fermata dell’autobus e un ombrellone al posto di due gazebo non è cambiato una mazza! Le scaffalature sono un po’ ovunque occupando marciapiedi e carreggiata. Questa è ovviamente la situazione trovata il giorno dopo l’intervento dei vigili, non oso immaginare a come possa evolversi nei prossimi giorni.

Noi staremo a vigilare, il Comune e i vigili, come sempre, no.

Mauro Giulivi

Mauro Giulivi è un programmatore informatico. Vive e lavora a Palermo. Ha ideato palermobugs.com.