13

Quando il controllo del territorio diventa un atto di fede

E’ quasi mezzanotte, io e mia moglie siamo seduti a chiaccherare nel nostro balcone godendoci il fresco della serata. Ad un certo punto sentiamo rumore di bottiglie di vetro che vengono lanciate. Nulla di nuovo, sono i “picciotti” che si divertono a lanciarle. Non siamo in periferia, non allo zen non a Brancaccio, siamo in pieno centro, nella nuova piazza Vittorio Emanuele Orlando, davanti il Palazzo di Giustizia! Restaurata da poco dopo essere stata vandalizzata una prima volta continua ad essere terra di nessuno e, come ogni sera, gruppi di ragazzi -dal cervello più o meno bacato- si riunisco e oltre a vociare, a scorazzare avanti e indietro con i motori sopra i marciapiedi (anche in quattro senza casco su una moto), ogni tanto hanno bisogno di divertirsi e quindi per farlo devono spaccare qualcosa.
Detto questo voglio raccontarvi la parte “istituzionale” della faccenda:
Ore 00:01 del 26/07/12 – Prima telefonata al 112 (risponde dopo pochi squilli):
Io: “buonasera (descrivo quanto accade)
Carabiniere: “la zona è di competenza della Polizia, le passo il 113″ Resto perplesso in vana attesa di una risposta per circa 3 minuti (tempo totale chiamata 3’45″) fino al cadere della linea.
Richiamo contemporaneamente 112 e 113 su due telefoni senza avere risposta.
Alle 00:20 circa mi risponde nuovamente il 112, mi lamento dell’accaduto e mi viene risposto che invieranno una pattuglia.
Passano altri minuti, nel frattempo la “banda” si sposta. Vanno, vengono, sempre salendo e scendendo in corsa dalla zona pedonale.
Richiamo il 113, l’agente mi fa ripetere più volte l’indirizzo, gli specifico, ad alta voce: “DAVANTI IL PALAZZO DI GIUSTIZIA, IN PIENO CENTRO”
mi chiede “posso farla contattare dalla volante così glieli indica?”
io, perplesso, “ma io sono a casa mia”
lui: “NON PUO’ SCENDERE ED INDICARGLIELI?”
io: “TANTO VALE CHE CI VADA DIRETTAMENTE IO!!!” a questo punto mi fa ripetere altre due o tre volte l’indirizzo, mi chiede quanti sono “circa una decina” e mi dice che manderà una volante.
Dopo altri 10 minuti arriva la prima volante. Tra il fuggi fuggi un agente riesce a bloccare un ragazzo che stava scappando in sella ad un motorino, seguono attimi concitati, le ragazze (che sono peggio dei maschi) si avventano contro lo “sbirro”. Si sentono frasi come “un m’ha tuccari”, “levati i manu” e simili.
Dopo un po’ arriva un altra volante e la situazione viene messa sotto controllo.
Passano diversi minuti ed, alla fine, il ragazzo viene caricato in macchina e il motore sequestrato.
I ragazzi rimasti si scagliano inveendo e lanciando sassi contro i balconi sopra il luogo dell’accaduto.

Cosa si deve fare per avere un minimo controllo? A pochi metri da questo punto qualche anno fa fu assassinato l’Avv. Fragalà e si gridò allo scandalo perché l’omicidio era avvenuto in “una delle zone più sorvegliate della città”. Fino a quando dovremo subire l’assenza delle istituzioni?
E’ possibile mai che riuscire a fare intervenire due pattuglie dopo oltre 20 minuti dalla prima chiamata debba essere un atto di fede più che di civiltà?
e se avessi avuto urgenza, se fossi stato in pericolo? E’ INAMMISSIBILE CHE NESSUNO RISPONDA -PER DIVERSI MINUTI- AI DUE NUMERI D’EMERGENZA!
La prossima volta chiamerò anche i Vigili del Fuoco, la Guardia di finanza ecc….

Palermobugs

  • Laila45_1945

    Non mi dice niente di nuovo nè per quanto riguarda il frastuono provocato da una gioventu’ idiota e senza cervello che sporca anche e completamente la città ed altresi’ per le chiamate alle forze dell’ordine, figuriamoco che una sera dopo svariate telefonate mi è stato detto “SE NE VADA A DORMIRE E’ MEGLIO” Siamo soli, non siamo tutelati nè dalle forze dell’ordine nè dalle istituzioni.

  • Giulivello

    A me è capitato diverse volte dopo battibecchi con vari posteggiatori! O non rispondono o non vengono!

  • cittadino stanco

    Ecco, è proprio questo che vorrei evidenziare, l’ASSENZA DI TUTELA PER IL CITTADINO!

  • Sierraindia

    Io sono un Poliziotto , di SICUREZZA dovreste interessarvi SEMPRE !!!
    Non solo quando conviene a voi , tranquilli se i governi continuano a tagliare LE PATTUGLIE NON ARRIVERANNO PIU’ , altro che in ritardo !!!
    pochi anni fa a Palermo uscivano tante volanti ora la metà , perché i CITTADINI NON HANNO FATTO NULLA ?
    Ormai vedere una volante è un miraggio

  • Sierraindia

    Io sono un Poliziotto , di SICUREZZA dovreste interessarvi SEMPRE !!!
    Non solo quando conviene a voi , tranquilli se i governi continuano a tagliare LE PATTUGLIE NON ARRIVERANNO PIU’ , altro che in ritardo !!!
    pochi anni fa a Palermo uscivano tante volanti ora la metà , perché i CITTADINI NON HANNO FATTO NULLA ?
    Ormai vedere una volante è un miraggio

    • http://capitanjack.myblog.it/ Marco

      vorrei raccogliere informazioni e testimonianze in merito a questo tema.
      Potresti contattarmi in privato e raccontarmi?

    • INDIGNATO

      Vedere una volante in doppia fila davanti RECUPERO non è mica tanto un miraggio,è solo cosa di tutti i giorni. (Senza offesa,nulla di personale nei tuoi confronti)

    • Pietro Bolenares

      Qualche tempo fa, al Borgo Vecchio qualcuno ha rubato o ha dato fuoco o l’uno e l’altro (non ricordo bene) un casco di un poliziotto motociclista. Ebbene, per i giorni successivi, quel quartiere è stato praticamente posto sotto assedio (uomini in divisa e posti di blocco fissi a non finire) finché il colpevole è stato individuato (o “consegnato” col tacito accordo che così tutto Borgo Vecchio avrebbe potuto riprendere le “consuete attività”?).

      In quel caso – pare di capire – risorse umane e “volanti” sono state “trovate”.

      Domanda finale: che Stato è quello che controlla il territorio e vi impone l’imperio delle legge solo per “fatto personale”?

  • Cittadino Stanco

    Ecco, è proprio quello che volevo denunciare. L’ASSENZA DI TUTELA PER IL CITTADINO!!!

  • INDIGNATO

    Come se non bastasse tutto…

    “I Ragazzi rimasti si scagliano inveendo e lanciando sassi contro i balconi sopra il luogo dell’accaduto”

    Perchè qualcuno “ha osato” chiamare la polizia! Che merde!!