10

I cittadini del Comune di Palermo pagheranno gli I-Phone 5 ai 10 assessori

I cittadini del Comune di Palermo con le loro tasse pagheranno anche gli I-Phone 5 da 950€ ai 10 assessori della giunta Orlando (IDV) .. nonostante il debito in cui versa il comune il samsung galaxy che costava 2.5€ /mese contro i 33€/mese dell’I-phone5 è stato rigettato. Le considerazioni le lascio a voi.. e spero che il comune non solo cambi rotta ma fornisca anche le motivazioni. Da palermitano mi chiedo come mai i servizi vengano tagliati nel sociale ma le spese improduttive rimangano sempre le ultime ad essere considerate nel clima di spending review che stiamo attraversando.

Palermobugs

  • Fabio

    Ecco a cosa serve votare Orlando.

  • http://www.facebook.com/giuseppe.tucci.54 Giuseppe Tucci

    poiché le critiche facili non mi piacciono, e mi piace chiedere ai diretti interessati posto la risposta che mi è pervenuta da un assessore : “non conosco tutti i dettagli della cosa anche se sono al corrente dell’ipotesi di sostituzione dei Samsung in atto in dotazione. Quello che posso dire con certezza è che questi apparecchi hanno una serie di difetti, ma uno è più grave: si spengono e si riaccendono all’improvviso mentre si è impegnati in comunicazioni. E la cosa riguarda tutti gli apparecchi in dotazione. Quindi temo che si tratti di un difetto non relativo al singolo telefonino. Abbiamo provato a risolvere il problema ma senza risultati. Detto questo, siamo molto attenti ad evitare qualunque spreco e a destinare fondi al sociale e alle scuole (oltre che alla cultura) come abbiamo fatto con l’ultimo bilancio. Comunque, mi informo bene della cosa”

    • Claudio Alessi

      Indipendentemente dalla marca del dispositivo, perche’ dovremmo pagarlo noi?

      • Giulivello

        Questa è una bella domanda…

  • Claudio Alessi

    Indipendentemente dalla marca del dispositivo, perche’ dovremmo pagarlo noi?

  • Davide

    Visto che gia il telefonino lo hanno anche se difettato avrebbero potuto portarlo in assistenza e se la garanzia non è più valida pagavano loro il dovuto.

  • Salvo

    se lo volete un 3310 cinese da 10€ di seconda mano! ma andateci a rompere le palle siete tutti uguali!

  • xemet
  • http://www.facebook.com/giuseppe.tucci.54 Giuseppe Tucci

    A seguire comunicato stampa, che tutti gli iscritti alla newsletter hanno ricevuto:

    La notizia riportata oggi da alcuni quotidiani circa il presunto
    acquisto da parte dell’Amministrazione comunale di alcuni telefonini
    per un costo complessivo di quasi 10.000 euro è, anche se tecnicamente
    corretta, frutto di un malinteso che si chiarito solo in queste ore.

    E’ infatti vero che nei mesi scorsi da parte di alcuni componenti
    della Giunta sono stati segnalati diversi problemi legati a
    malfunzionamenti degli apparati mobili di servizio ed è vero che a
    dicembre la società TIM, titolare del contratto nazionale Consip, ha
    offerto la possibilità di acquistare dei telefoni a rate, secondo i
    costi di mercato.

    La coincidenza del fatto che la TIM sia la stessa società fornitrice
    di Consip, ha generato il malinteso che quei telefoni fossero offerti
    nell’ambito dello stesso contratto, mentre gli Uffici hanno invece
    interpretato la richiesta della Giunta come una richiesta di acquisto
    al di fuori del contratto Consip.

    Appreso che così non era e che l’acquisto di nuovi telefoni avrebbe
    comportato una spesa ulteriore per l’Amministrazione, gli Assessori
    interessati hanno, GIA’ DA SETTIMANE, restituito i telefoni di
    servizio acquistando A PROPRIE SPESE altri telefoni.
    Analogamente, gli Assessori hanno acquistato a proprie spese gli altri
    strumenti di comunicazione mobile (netbook o pad) senza alcun costo
    per l’Amministrazione.

    Purtroppo, per un difetto di comunicazione, la relativa nota, non è
    giunta all’Ufficio competente che ha quindi proceduto
    nell’espletamento dei propri adempimenti burocratici.

    Questi fatti rendono per altro ininfluente l’evidente errore di
    calcolo contenuto nella determina degli Uffici, che ha impegnato una
    somma spropositata, superiore a quanto lo stesso documento riporta
    nell’allegato.

    “E’ ovvio – afferma il Sindaco – che l’Amministrazione pur volendo
    garantire agli Amministratori la possibilità di avere gli strumenti
    necessari a comunicare, non ha alcuna intenzione di sperperare denaro.
    Aggiungo anzi che, come nei prossimi giorni sarà evidente,
    l’Amministrazione sta studiando, proprio nel settore della telefonia,
    delle soluzioni, che permetteranno quanto di abbattere i costi, tanto
    di garantire nuovi servizi ai cittadini.”


    Fabio Citrano
    Ufficio Informazione Istituzionale
    newsletter del comune di palermo

  • Raffaele Pirfo

    Ma iphone fa figo, il samsung no….