0

Il 27 aprile la Sicilia dice NO al pizzo sull’autostrada!

Dal 1° maggio 2011  la Sicilia  pagherà  il pizzo  sull’autostrada. Il decreto mille-proroghe del 31 maggio 2010 lo stabilisce infatti tra le “Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica”. L’urgenza  non è quella  di dotare  la Sicilia  di  un’infrastruttura  stradale  degna  di tale nome, o di potenziare la fatiscente rete ferroviaria, o quantomeno fornire un servizio di trasporto pubblico al cittadino. L’urgenza è farci pagare 1,5 € ogni volta che entriamo in autostrada. La Sicilia delle strade fatiscenti, del binario unico e dell’assenza di un piano per il trasporto NON CI STA! Non accetta una nuova tassa di più di 1.000 euro all’anno!

Si è costituito in data 28.03.2011 a Palermo, su iniziativa di singoli cittadini ed attraverso i canali aggregativi classici ed in nuovi strumenti della rete, il COORDINAMENTO REGIONALE “NO PEDAGGI“. Il 27 Aprile quindi i Siciliani faranno sentire la loro voce in una enorme manifestazione che si svolgerà a Palermo in P.zza Pretoria delle 16 in poi. Alla manifestazione sono stati invitati tutti i sindaci, assessori, consiglieri di tutti i comuni e provincie siciliane, i movimenti civici, le associazioni di categoria, realtà sindacali nonchè i rappresentati di tutte le forze politiche dell’arco costituzionale. Tutti insieme, uniti, con lo stesso obiettivo: la revoca del provvedimento! Insieme, il 27 Aprile, faremo sentire la nostra voce e continueremo a protestare, davanti all’ARS, sino a quando il provvedimento verrà definitivamente revocato.

Per maggiori informazioni:  www.nopedaggi.co.cc nopedaggi@libero.it

Palermobugs